Logo Comune di Caltanissetta
Comune di 
Caltanissetta
 

Palazzo Moncada

Indirizzo : Largo Paolo Barile
Tel. : 0934 585890
Orari ingressoaperti da martedì al venerdì dalle ore 9.30 alle ore 13.00 e dalle ore 17.00 alle ore 20.00
sabato dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 17.00 alle 20.00
domenica e lunedì chiuso 

Ingresso gratuito

museo caltanissettaIl Palazzo Moncada venne costruito nella metà del XVII secolo per volontà di Luigi Guglielmo Moncada, divenuto conte di Caltanissetta ( ma anche duca di Montalto, principe di Paternò, barone di Melilli,  ecc.) nel 1627 a soli 13 anni. Il  padre Antonio si era ritirato dalla vita pubblica per divenire gesuita e gli aveva lasciato vasti possedimenti feudali di cui Caltanissetta, grazie alla sua grande produzione cerealicola, era non solo il baricentro geografico, ma anche economico.
Luigi Guglielmo dal 1635 al 1638 era stato presidente del Regno di Sicilia, e nel 1647 Vicerè di Sardegna. Nel 1650 decise di far costruire a Caltanissetta un grande palazzo degno del suo nome.

La progettazione si deve a Carlo d’Aprile, famoso architetto del senato palermitano, ma i lavori furono seguiti da un cappuccino, fra Pietro da Genova. La prima pietra venne posta nella primavera del 1651. Il progetto prevedeva l’abbattimento della precedente residenza nobiliare e di un intero isolato di casette al posto del quale venne edificato il lato posteriore del palazzo nuovo. Solo dopo aver finito questa prima parte dei lavori sarebbe stata costruita la parte anteriore, con un largo fronte sulla Strada Grande. In tutta l’ala edificata vennero effettuati i lavori di intaglio: furono scolpiti i mensoloni in pietra che dovevano sorreggere la lunghissima balconata che circondava il piano nobile, con figure antropomorfe e zoomorfe, e tutte le cornici delle finestre e delle porte esterne ed interne.

museo caltanissettaIn quegli stessi anni, sull’onda delle rivolte di Masaniello a Napoli, un gruppo di intellettuali siciliani cominciò ad accarezzare  l’idea di ribellarsi alla dominazione spagnola per eleggere un nuovo re per una Sicilia indipendente. La scelta cadde proprio sul potente Luigi Guglielmo Moncada, ma la congiura venne scoperta, i congiurati uccisi o banditi e il principe venne chiamato alla corte di Madrid a ricoprire cariche onorifiche, lontano dalla sua terra e dai suoi sostenitori.
Le vicende che portarono all’allontanamento del principe Luigi Guglielmo dalla Sicilia provocarono un rallentamento dei lavori ed in seguito alla loro interruzione: la grande residenza di Caltanissetta, che con la sua pianta quadrangolare occupa un intero isolato, rimase incompleta, metafora di un sogno di indipendenza e di potere rimasto incompiuto.

Divenuto in seguito sede dei tribunali, le sue stanze sono state stravolte, abbassate, divise, tamponate. Dopo un lungo e accurato lavoro di restauro il Palazzo Moncada ha finalmente riacquistato il suo aspetto originario.

Top