La delegazione nissena in azione a Rochester

Nelle foto gli appuntamenti dedicati alla promozione del territorio nisseno nel corso degli incontri nella sede di “Visit Rochester”, l’ufficio del turismo, dove il sindaco Giovanni Ruvolo e la rappresentante delDistretto Valle dei Templi Sofia Pilar Di Buono, hanno presentato il progetto “E-migrantes”, che punta ad attirare turisti al centro della Sicilia attraverso le sue numerose opportunità gastronomiche, culturali e storiche.  E’ seguito un altro incontro sempre di carattere promozionale nella sede della “Rochester Business Alliance”, la Camera di commercio regionale, dove la delegazione nissena – di cui faceva parte anche la presidente del consiglio comunale Leyla Montagnino – ha donato alcuni esempi di prodotti gastronomici nisseni che potrebbero essere immessi nella zona di Rochester. Sempre nella stessa giornata del 9 ottobre la delegazione, composta anche dal presidente del Consorzio universitario nisseno Emilio Giammusso, di cui fa parte anche il Comune, ha visitato il St. John Fisher college e  il Monroe comunity college (Mcc) per instaurare rapporti di interscambi culturali tra universitari di Caltanissetta e Rochester. Sono state discussi eventuali accordi e abbozzati progetti concreti di collaborazione con il Monroe comunity, al punto che una delegazione del college verrà a fine marzo a Caltanissetta per verificare le reali opportunità di interscambio. In quell’occasione ci saranno altri rappresentanti della comunità di Rochester che saranno accompagnati nel capoluogo da Micheal Leach, capo di gabinetto del sindaco Micheal Lamb.

 

Le prime visite turistiche della città: alla fabbrica e al museo della Kodak, al museo del giocattolo, la visita al municipio di Rochester dove la delegazione guidata dal sindaco Giovanni Ruvolo e dalla presidente del consiglio comunale Leyla Montagnino ha incontrato alcuni rappresentanti della delegazione comunale locale. Il sindaco Ruvolo e la presidente Montagnino hanno spiegato come funziona il sistema comunale nisseno apprendendo che l’equivalente apparato di Rochester è formato da appena 9 consiglieri municipali e dal sindaco che nomina pochi collaboratori a cui assegnare dei settori urbani corrispondenti alle nostre deleghe assessoriali. Quindi la visita alla Casa della cultura italiana, in cui insegna Rosalba Faraci Pisaturo, “anima” da diversi anni dell’Atad-Culturscambi che promuove e sostiene il gemellaggio Caltanissetta-Rochester.